Pubblicato il Bando di concorso per le Borse di Studio Master Universitari - scadenza ore 12.00 del giorno 16/12/2021


13/11/2021 -

BANDO DI CONCORSO MASTER UNIVERSITARI DI I E II  LIVELLO E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO IN ITALIA

 

Contributi in favore dei figli o orfani ed equiparati

  • degli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale

 

 

 

Anno accademico 2021 - 2022

 

INDICE

Premessa

Art. 1

Soggetti del concorso

Art. 2

Oggetto del concorso

Art. 3

Requisiti di ammissione al concorso

Art. 4

Iscrizione al Programma “Accesso ai servizi di welfare” Domanda in un click con SPID

Art. 5

Domanda di partecipazione al concorso – Termini e modalità di invio telematico

Art. 6

Attestazione ISEE

Art. 7

Istruttoria ed esito

Art. 8

Graduatoria ammessi con riserva – Criteri

Art. 9

Adempimenti a cura del richiedente successivamente alla pubblicazione delle graduatorie degli ammessi con riserva

Art. 10

Importo del contributo e modalità di erogazione

Art. 11

Modalità di trasmissione della documentazione

Art. 12

Disciplina della mancata produzione della documentazione finale

Art. 13

Istanze di riesame e ricorsi

Art. 14

Accertamenti e sanzioni

Art. 15

Responsabile del procedimento

Art. 16

Note informative  

 

 

Premessa

Nell’ambito delle prestazioni sociali in favore dei dipendenti e pensionati pubblici e dei loro familiari, previste ai sensi dell’articolo 1, del Decreto Ministeriale 28 luglio 1998 n. 463, l’Inps, nell’intento di proseguire e consolidare il programma di assistenza in favore degli studenti, indice il presente Bando per assegnazione di contributi in favore dei figli ed orfani di iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, di pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e degli iscritti alla gestione Magistrale a sostegno della frequenza di Master universitari di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento.

Lo studente vincitore del concorso ottiene il contributo per l’anno accademico di frequenza. La scelta dell’ateneo presso il quale frequentare il Master di I o II livello o il CUP, che deve avere i requisiti di cui al presente Bando, è rimessa allo studente.

  • non aver già ricevuto dall’Istituto, in uno degli anni accademici 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019, 2019/2020, 2020/2021 borse di studio, per Master di I e II livello o Corsi universitari di perfezionamento, finanziate dall’Istituto o da altro ente statale.
  • non aver fruito e di non aver diritto a fruire di borse di studio erogate da altri Enti pubblici o privati per la frequenza del master indicato nella sezione Master e CUP.

Articolo 4 – Iscrizione al Programma “Accesso ai servizi di welfare” – Domanda in un click con SPID

  1. Il titolare deve iscrivere il beneficiario al Programma “Accesso ai servizi del Welfare” che consente la presentazione della domanda in modalità semplificata per tutte le prestazioni welfare. La richiesta di iscrizione va prima dell’inoltro della domanda. Se già iscritto a in “accesso ai servizi welfare” per la prestazione Master non è necessaria la nuova iscrizione.
  2. A seguito dell’iscrizione ai servizi di Welfare, il beneficiario è riconosciuto dall’Istituto come “richiedente” della prestazione e può presentare domanda di partecipazione al presente Bando di concorso “Master universitari di I e II livello e Cup in Italia”.
  3. Per l’iscrizione nel Programma “Accesso ai servizi del Welfare” e per la presentazione della domanda per partecipare al presente Bando di concorso è necessario da parte del soggetto richiedente il possesso di uno dei sistemi di autenticazione (SPID, CIE, CNS) come specificato nei commi successivi.
  4. Dal 1° ottobre 2021 il PIN è stato dismesso, e si è attuato il passaggio al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) in considerazione del diritto dei cittadini alla semplificazione nel rapporto con la Pubblica Amministrazione e per dar seguito alle politiche nazionali di digitalizzazione aperte ormai agli sviluppi europei.

Gli utenti possono accedere ai servizi offerti da INPS utilizzando uno dei sistemi di autenticazione alternativi attualmente accettati, che sono i seguenti:

  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  • Carta d'Identità Elettronica (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  1. Per maggiori informazioni su come acquisire le credenziali di accesso è possibile consultare la sezione “Accedere ai servizi” del sito www.inps.it (in alto a sinistra).

Articolo 5 - Domanda di partecipazione al concorso – Termini e modalità di invio telematico

  1. La domanda di partecipazione al presente concorso deve essere presentata dal beneficiario esclusivamente per via telematica, pena l’improcedibilità della stessa, secondo le seguenti modalità:
    • Digitare nel motore di ricerca del sito www.inps.it: “Contributi per master in Italia e all’estero”;
    • Cliccare sul pulsante “Accedi al servizio”;
    • Selezionare la voce “Domande Welfare in un click”;
    • Digitare le proprie credenziali di accesso SPID/CIE/CNS;
    • Cliccare sulla voce di menu: “Scelta prestazione”;
    • Selezionare la prestazione “Master in Italia”;
    • Seguire le indicazioni per la presentazione della domanda.
  2. La domanda, presentata on line come da precedente comma, consiste in una semplice manifestazione di volontà finalizzata all’ottenimento del contributo di cui al presente Bando e pertanto è una domanda estremamente semplificata.
  3. L’Inps verificherà nelle Banche dati dell’Istituto i requisiti relativi all’iscrizione del titolare alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali.
  4. I requisiti di merito saranno verificati presso il MUR. La partecipazione al presente Bando di Concorso implica l’autorizzazione per l’INPS a verificare presso il MUR il ricorrere dei requisiti di merito per l’accesso e per l’esatto posizionamento in graduatoria. Nel caso in cui i dati non siano comunicati dal MUR, il richiedente riceverà un preavviso di respinta e, qualora ne ricorrano le condizioni, potrà autocertificare i requisiti di merito nei termini e nei modi previsti dal successivo art. 7.
  5. La domanda deve essere trasmessa dal beneficiario a decorrere dalle ore 12.00 del giorno 16/11/2021 e non oltre le ore 12.00 del giorno 16/12/2021.
  6. In caso di presentazione di più domande, verrà presa in considerazione soltanto la prima. Il richiedente ha la possibilità di annullare la domanda e presentarne un’altra nei termini di cui al precedente comma.
  7. In caso di particolari difficoltà nella presentazione della domanda, non superabili attraverso gli ordinari strumenti di supporto messi a disposizione dell'Istituto e non riconducibili a problematiche relative a SPID o alla regolare iscrizione in banca dati, il richiedente può presentare la domanda attraverso il servizio di Contact Center Integrato INPS, raggiungibile al numero telefonico 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 (a pagamento) da telefono cellulare, al costo della tariffa del proprio operatore. Le domande dovranno pervenire con le modalità di cui ai commi precedenti a pena di esclusione.
  8. Nel caso di studenti in possesso di diploma delle istituzioni AFAM (Conservatori, Istituti musicali parificati e Accademie di Belle Arti) dovranno effettuare entro 10 giorni dal ricevimento del preavviso di rigetto il supplemento di istruttoria relativa al titolo di studio e alla votazione conseguita.

Articolo 6 – Attestazione ISEE

  1. Il richiedente la prestazione, all’atto della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE per prestazioni universitarie. L’attestazione ISEE è rilasciata dall’INPS previa presentazione della predetta Dichiarazione Sostitutiva Unica da parte del richiedente.
  2. L’attestazione ISEE per prestazioni universitarie, riferita al nucleo familiare in cui compare il beneficiario, è funzionale alla determinazione della posizione in graduatoria e del contributo a carico dello studente, come descritto all’art. 8, comma 2, del presente bando.
  3. L’utente può, quindi, richiedere la certificazione ISEE 2021. Nel caso sia già stata emessa un’attestazione ISEE 2021 prestazioni universitarie non sarà necessario richiedere una nuova attestazione. Il valore dell’attestazione ISEE è acquisito automaticamente dall’INPS.
  4. Qualora, in sede di istruttoria, il sistema non rilevi la presentazione di una valida dichiarazione sostitutiva unica alla data di inoltro della domanda, verrà presa in considerazione la classe di indicatore ISEE massima indicata nella tabella di riferimento. L’utente dovrà pertanto verificare a sua cura l’assenza di omissioni o difformità nella dichiarazione, che potranno eventualmente essere corrette su istanza del richiedente la prestazione entro e non oltre 15 giorni dalla data di scadenza del bando.
  5. L’Istituto non si assume alcuna responsabilità nel caso di mancata o erronea trasmissione telematica dell’attestazione ISEE da parte degli Enti convenzionati.
  6. L’acquisizione della certificazione ISEE Universitaria potrà essere verificata all’interno della procedura, nell’area riservata dei Servizi on line, attraverso la funzione “Segui iter domanda”, dove comparirà la dicitura “ISEE certificato”.

Articolo 7 – Istruttoria ed esito

  1. L’Inps controlla che ricorrano tutti i requisiti previsti dal presente Bando e comunica:
    • l’accettazione della domanda.
    • il preavviso di respinta, con l’invito a modificare i dati ovvero ad integrare le informazioni per l’accertamento dei requisiti.
  2. Il richiedente è avvisato, da un SMS o da una e-mail (non PEC) ai recapiti indicati nella domanda, della necessità di visualizzare l’esito della domanda di cui al comma precedente nell’area riservata della procedura “Master universitari”. L’utente dovrà pertanto verificare a sua cura la correttezza dei dati retativi al punteggio attribuito per il titolo di studio.
  3. Le informazioni risultanti in procedura “Master e Cup universitari in Italia” potranno essere integrate entro 10 giorni, dalla comunicazione di cui al precedente comma, decorsi i quali, i dati a sistema si intenderanno confermati.
  4. L’utente dovrà chiedere l’aggiornamento delle banche dati nelle modalità visualizzate in area riservata. Nelle more, la domanda sarà ammessa in graduatoria in base alle dichiarazioni autocertificate nella procedura “Master universitari” fatta salva l’iscrizione del titolare alla Gestione Unitaria prestazioni Creditizie e sociali che dovrà essere accertato dall’Inps prima dell’ammissione in graduatoria.
  5. L’Istituto verificherà entro 90 giorni l’aggiornamento delle banche dati di cui al precedente comma 4.
  6. L’Istituto si riserva di verificare in qualsiasi momento la veridicità delle dichiarazioni rese in procedura. La dichiarazione mendace comporta la revoca del beneficio, l’obbligo di restituzione delle prestazioni erogate e le sanzioni di cui all’art. 14 del presente bando.

Articolo 8 – Graduatoria ammessi con riserva – Criteri

  1. L’Istituto entro il 12 gennaio 2022 pubblicherà, sul sito istituzionale www.inps.it, nella specifica sezione riservata al concorso, due distinte graduatorie degli ammessi con riserva:
    • graduatoria relativa alla Gestione Unitaria Prestazioni Creditizie e

Sociali;

  • graduatoria relativa alla Gestione Assistenza Magistrale.
  1. Le graduatorie sono predisposte sommando il punteggio del voto di laurea con quello relativo al punteggio corrispondente alla classe di Indicatore ISEE 2021.

 

Indicatore ISEE

Punti

fino ad €. 8.000,00

5,5

da €. 8.000,01 ad €. 16.000,00

5

da €. 16.000,01 ad €. 24.000,00

4,5

da €. 24.000,01 ad €. 32.000,00

4

da €. 32.000,01 ad €. 40.000,00

3,5

da €. 40.000,01 ad €. 48.000,00

3

da €. 48.000,01 ad €. 56.000,00

2,5

da €. 56.000,01 ad €. 64.000,00

2

da €. 64.000,01 ad €. 72.000,00

1,5

oltre €. 72.000,00

1

 

  1. A parità di punteggio complessivo verrà data priorità al valore ISEE inferiore. In caso di persistente parità, la precedenza sarà attribuita al candidato di età anagrafica maggiore.
  2. Il beneficiario che ha diritto sia all’ammissione nella graduatoria relativa alla Gestione Unitaria Prestazione Creditizie e Sociali che alla graduatoria Gestione Assistenza Magistrale, sarà collocato nella graduatoria della Gestione Unitaria Prestazioni Creditizie e Sociali. Qualora non sia in posizione utile per ottenere il beneficio, verrà collocato nella graduatoria Gestione Assistenza Magistrale.

Articolo 9 – Adempimenti a cura del richiedente successivamente alla pubblicazione delle graduatorie degli ammessi con riserva

  1. Entro sessanta giorni dall’ammissione al Master o al Cup, comunque entro e non oltre il 30 Aprile 2022, lo studente ammesso con riserva al beneficio ai sensi della graduatoria di cui all’art. 8 dovrà accedere in procedura ed effettuare i seguenti adempimenti:
    • dichiarare la condizione di disoccupato o inoccupato alla data della domanda;
    • caricare in procedura il documento che attesti l’iscrizione del beneficiario al Master universitario. Il documento dovrà essere datato e firmato dal legale rappresentante dell’ateneo. Al fine di consentire all’Istituto di verificare che il contributo sia effettivamente utilizzato per il pagamento del Master avente le finalità di cui al presente bando, il documento dovrà obbligatoriamente contenere i seguenti elementi informativi:
      • individuazione del beneficiario della prestazione;
      • titolo del Master e il livello ovvero il titolo del Cup;
      • durata del Master o del Cup;
      • denominazione, la località, i recapiti telefonici e indirizzo PEC del soggetto organizzatore del master;
      • costo del Master o del Corso di Perfezionamento Universitario;
    • rendere in procedura formale dichiarazione di impegno alla restituzione delle somme erogate dall’Inps nei casi previsti dal successivo articolo 12 del presente bando;
    • caricare in procedura copia della fattura con l’indicazione del beneficiario per l’importo corrispondente al 50% del costo annuale del Master o del Corso di Perfezionamento Universitario;
    • indicare l’iban sul quale l’INPS effettuerà l’accredito del contributo;
    • completate le operazioni di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) utilizzare il tasto funzione “Invio dati ad INPS”, per consentire alla pratica di transitare nello stato che consenta la verifica della documentazione.
  2. In caso di mancato rispetto degli adempimenti di cui alle lettere a), b), c), d), e), nonché dei termini di cui ai commi precedenti, il beneficiario ammesso con riserva verrà considerato rinunciatario ed escluso definitivamente dal concorso.

Articolo 10 – Importo del contributo e modalità di erogazione

  1. Fermi restando gli importi massimi concedibili indicati all’art. 2, il valore del contributo erogabile in favore del relativo beneficiario è determinato in misura percentuale sull’importo più basso tra il contributo massimo erogabile e il costo annuale in relazione al valore ISEE per prestazioni universitarie del nucleo familiare di appartenenza, come di seguito indicato:

 

Valore ISEE del nucleo familiare di appartenenza

Percentuale di riconoscimento rispetto al valore massimo erogabile

Fino a €. 16.000,00

95%

da €. 16.000,01 ad €. 32.000,00

90%

da €. 32.000,01 ad €. 48.000,00

85%

da €. 48.000,01 ad €. 72.000,00

80%

oltre €. 72.000,00 o in caso di mancata rilevazione di valida DSU alla data di inoltro della domanda di partecipazione al concorso

75%

 

  1. Il valore del contributo sarà calcolato in percentuale, come sopra indicato, sul costo annuale come indicato nella documentazione di cui all’art. 9, comma 1, lettera b) ovvero sull’importo massimo erogabile se il costo è superiore a quest’ultimo (art. 2 comma 4).
  2. A favore dei vincitori, entro 60 giorni dall’allegazione della documentazione che attesti l’iscrizione al Master, le sedi Inps territorialmente competenti effettueranno il pagamento di un acconto

pari al 50% dell’importo del contributo calcolato ai sensi del precedente comma.

  1. Entro sessanta giorni dalla conclusione del Master, il richiedente dovrà:
    • rendere in procedura autocertificazione di frequenza nell’anno accademico 2021 -2022 e di conseguimento del titolo del master o del corso universitario di perfezionamento rispetto al quale è stato ottenuto il contributo;
    • allegare in procedura copia della fattura, o di documento equipollente, intestata al richiedente la prestazione per l’importo corrispondente al saldo del costo del Master o del Corso universitario di perfezionamento.
  2. Entro sessanta giorni dalla corretta acquisizione in procedura della documentazione di cui al precedente comma nei termini ivi previsti l’Istituto erogherà a favore del soggetto beneficiario il restante 50% del contributo.

Articolo 11 – Modalità di trasmissione della documentazione

1. Tutta la documentazione di cui al presente Bando dovrà essere acquisita nell’apposita procedura informatica.

Articolo 12 – Disciplina della mancata produzione della documentazione finale

  1. In caso di mancata produzione della documentazione di cui all’art. 9 entro il termine ivi previsto e comunque entro il termine ultimo del 31 Ottobre 2023 il richiedente la prestazione è tenuto alla restituzione dell’importo erogato in acconto dall’Istituto.
  2. In caso di ritiro dal Master o dal corso universitario di perfezionamento frequentato, di cui al documento caricato in procedura come da art. 9, comma 1, lettera b), il richiedente la prestazione è tenuto alla restituzione dell’importo erogato in acconto dall’Istituto e non si darà luogo alla corresponsione del saldo.

Articolo 13 – Istanze di riesame e ricorsi

  1. Le eventuali istanze di riesame dovranno essere presentate alla Sede INPS territorialmente competente entro 30 giorni dal ricevimento del provvedimento contestato.
  2. Per le eventuali controversie giudiziarie il Foro competente è quello di Roma.

Articolo 14 – Accertamenti e sanzioni

  1. Ai sensi dell’art. 71, comma 1, del DPR 445/2000, l’Istituto eseguirà controlli, anche a campione e in tutti i casi in cui vi siano dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese dal richiedente in autocertificazione e/o dichiarazione sostitutiva. Ove risultassero dichiarazioni mendaci, falsità negli atti, uso o esibizioni di atti falsi o contenenti dati non corrispondenti a verità, i dichiaranti incorreranno nelle previste sanzioni penali.
  2. Ai sensi dell’art.34, commi 5 e 6, della legge 4 novembre 2010, n. 183, l’Agenzia delle Entrate procede con l’individuazione di eventuali difformità o omissioni dei dati autocertificati all’interno della DSU in sede di rilascio dell’attestazione ISEE, rispetto a quelli presenti nel sistema informativo dell’anagrafe tributaria, applicando le previste sanzioni.
  3. Nei casi di cui ai precedenti commi l’Istituto procederà alla revoca del beneficio.

Articolo 15 – Responsabile del procedimento

1. Il responsabile del procedimento è il Direttore Provinciale INPS competente per territorio.

Articolo 16 – Note informative

1. Per tutte le informazioni è disponibile il Contact Center, al numero verde 803 164 (da telefoni fissi) e al numero 06 164164 (da telefoni cellulari). Quest’ultimo servizio è a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante. Il servizio telefonico è sempre attivo con risponditore automatico 24 ore su 24. Il servizio con operatore è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00 festivi esclusi.

 

Roma, 3 novembre 2021

 f.to in originale Il Direttore centrale

Valeria Vittimberga